Menu
 
Loading
 

Menu

Il ristorante di Capofaro è l'inizio di un percorso nel cuore dei profumi e sapori siciliani, nel rispetto della tradizione e con una calibrata sensibilità contemporanea. Ludovico De Vivo, giovane cuoco del Sud, a suo agio nelle cucine stellate internazionali come nei mercati popolari di Palermo, è l'interprete della passione dei Tasca d'Almerita per la buona cucina, di una storia gastronomica profonda e ricchissima che unisce la lezione dei “monsù” (cuochi delle case aristocratiche siciliane e napoletane) e i saperi contadini degli antichi feudi siciliani, arrivando fino ai giorni nostri.

L'immersione in un ecosistema legato al vino è alla base di menù dove i piatti dialogano con le etichette e le tenute Tasca d'Almerita. Il fulcro della cucina è il serbatoio di sapori concentrati dal sole, dal mare e dalla terra vulcanica di Salina, trasformati nel rispetto della loro essenza con tecniche che ne esaltano la leggerezza.

Un percorso di gusto e di etica che passa dal concetto di “Chilometro corto”: un sistema di orti fornisce il 70 per cento dei vegetali usati in cucina; il pesce fresco arriva dal mare delle Eolie; il grano antico per il pane (fatto al ristorante con lievito madre) e la pasta (prodotta artigianalmente a Gragnano) proviene dalla tenuta di Regaleali. Lo scarto è ridotto al minimo, e il poco che avanza viene trasformato in compost per la vigna.